Aeroporto per la protezione civile

On 17 luglio 2017, in Aeroporto Firenze, by admin

Anche il “Vespucci” di Firenze ha dato il proprio contributo in queste ore alla lotta contro il fuoco che sta devastando ampie aree della nostra regione (come purtroppo molte zone d’Italia). L’aeroporto fiorentino è infatti servito come scalo tecnico per i velivoli antincendio Canadair CL-415 dei Vigili del Fuoco (che hanno a Ciampino e Genova le basi più vicine al nostro territorio) impegnati dalla Protezione Civile nelle operazioni di spegnimento del grande rogo che da ieri è divampato sulle colline sopra Montale interessando col fuoco una vasta area verde e con la densa nuvola di fumo la piana fiorentina.

I Canadair hanno fatto scalo al “Vespucci” per rifornirsi più rapidamente possibile di carburante e poter tornare immediatamente a operare sul fronte del fuoco, riprendendo la spola tra il lago di Bilancino dove effettuavano i flottaggi per il carico dell’acqua e la zona delle operazioni. In particolare nella prima mattinata di oggi sono stati riforniti di carburante dagli addetti dello scalo quasi in contemporanea tre velivoli impegnati dalle prime luci dell’alba ad “attaccare” in forze le aree interessate dall’incendio (sia nel pistoiese, sia nella zona di Piancastagnaio) prima della ripresa del vento e del rialzo delle temperature, assieme agli elicotteri del servizio antincendio della Regione Toscana.

Non è la prima volta che lo scalo fiorentino assolve a ruoli di questo tipo, contribuendo a operazioni di protezione civile e soccorso, ma d’altra parte tra le funzioni strategiche e d’interesse pubblico legate alla presenza di un aeroporto in un territorio rientrano anche situazioni simili.

L’incendio delle colline pistoiesi visto dalla postazione dei Vigili del Fuoco dell’aeroporto di Firenze.