Pubblicato “Aeroporto” n° 81

On 29 ottobre 2017, in Aeroporto Firenze, by admin

È uscito il nuovo numero di “Aeroporto” (Ottobre-Dicembre 2017), il notiziario dell’Associazione Valentino Giannotti per lo sviluppo dell’aeroporto di Firenze.

Su Aeroporto n°81 si fa il punto sullo stato dell’iter della procedura VIA sul masterplan del “Vespucci”, come risulta agli atti del Ministero dell’Ambiente, iter al momento nuovamente in fase di istruttoria tecnica per la valutazione di nuova documentazione dopo il reindirizzo della procedura secondo la nuova normativa nazionale per le valutazioni ambientali.

La parte centrale del notiziario è dedicata all’inquadramento della procedura di VIA fiorentina tra le 16 procedure ambientali nazionali relative a masterplan aeroportuali concluse o avviate negli ultimi cinque anni, evidenziando come l’iter relativo allo scalo fiorentino, avviato il 24/3/2015 ed in corso a oggi da due anni e sette mesi, sia stato condotto con metodologie, atti e passaggi comuni a tutti gli altri. Iter che invece se ne discosta, quale caso unico, per il clima particolare di interferenze e contrasti in cui si è svolto e che ne sta condizionando la conclusione, anche con la scelta del passaggio alla nuova normativa per arrivare a una chiusura certa e corretta del procedimento.

Tra gli altri temi trattati, il rapporto tra Toscana e Emilia Romagna in tema si aeroporti dopo le dichiarazioni del sindaco di Bologna per un polo interregionale a guida emiliana e notizie su alcune opere in completamento o previste nell’intorno aeroportuale. Sul nuovo numero del notiziario si ricorda anche il trentennale della presenza di Lufthansa a Firenze, che ricorre il prossimo 8 novembre, e i trent’anni dei collegamenti regolari con la Svizzera, iniziati da Crossair il 1° dicembre 1987 e poi proseguiti con l’attuale Swiss.

“Aeroporto” n° 81 è scaricabile direttamente cliccando qui oppure dalla apposita sezione.

È entrato in vigore oggi il nuovo operativo dei voli del “Vespucci”, valido fino al prossimo 24 marzo 2018. Le novità positive riguardano la prosecuzione nel periodo invernale dei voli Vueling per Amsterdam, attivato lo scorso marzo, e per Londra Luton, operato finora a carattere stagionale e il collegamento da Tirana aperto da Ernest Airlines a fine agosto. Per il mese di novembre proseguono i voli settimanali per Bristol, Birmingham e Londra Stansted di British Airways attivi dallo scorso maggio, che saranno poi riproposti nella stagione estiva 2018. Col nuovo orario si registrano invece alcune cancellazioni importanti.

Da oggi non è più attivo il collegamento di CityJet dal London City Airport, che era stato avviato nel dicembre 2010 e gestito per sette anni. È stato sospeso quest’anno per il periodo invernale il collegamento da Ginevra di Swiss, adesso riprogrammato dal prossimo marzo. Come già era stato annunciato, è cancellato il volo da Dusseldorf di Air Berlin, in seguito alla chiusura del vettore (linea riprogrammata da Eurowings dal prossimo gennaio). Il 24 ottobre si è chiuso il volo settimanale dall’isola d’Elba di Silver Air attivo dall’ottobre 2014, che era operato in regime continuità territoriale (con supporto di contributo pubblico per le aree insulari o disagiate) ed è arrivato alla scadenza del relativo bando, per ora non rinnovato. Con i primi di novembre si chiude l’attività su Firenze anche di Mistral Air, vettore in fase di ristrutturazione, che aveva aperto la base sul “Vespucci” in aprile con i voli per Bari, Cagliari, Olbia, Marsiglia e Nizza (quest’ultimo già chiuso a fine estate). La cancellazione dei voli nazionali, che avrebbero dovuto proseguire nel periodo invernale, lasciano di nuovo l’area fiorentina senza collegamenti per Sardegna e Puglia. Anche con questo operativo invernale si ripete la sospensione delle rotte su Firenze di Brussels Airlines da Bruxelles, Austrian Airlines da Vienna (riprogrammate da marzo) e HOP! da Lione. Confermati anche nel nuovo orario collegamenti molto ridotti per la Sicilia, con un volo giornaliero per Catania e alcune frequenze settimanali per Palermo.

Nel complesso l’operativo invernale 2017-2018 in vigore da oggi offre collegamenti per 14 destinazioni (17 nello scorso orario invernale) su 17 aeroporti (19 un anno fa), gestite da 13 vettori (16 un anno fa).

Voli nazionali: Catania (Vueling), Palermo (Vueling), Roma Fiumicino (Alitalia).

Voli internazionali: Amsterdam (KLM e Vueling), Barcellona (Vueling), Bucarest (Blue Air), Chisinau (Air Moldova), Francoforte (Lufthansa), Londra City Airport (British Airways), Londra Gatwick (Vueling), Londra Luton (Vueling), Madrid (Iberia e Vueling), Monaco (Air Dolomiti), Parigi CDG (Air France), Parigi Orly (Vueling), Tirana (Albawings e Ernest Airlines), Zurigo (Swiss).

Tagged with:  

TUI Fly programma il Firenze-Anversa

On 27 ottobre 2017, in Aeroporto Firenze, by admin

Il vettore belga TUI Fly ha programmato dal prossimo 2 aprile 2018 l’apertura del volo diretto tra Firenze e Anversa, seconda città del Belgio e principale centro delle Fiandre. Il collegamento è previsto con due frequenze settimanali, lunedì (con arrivo al “Vespucci” alle 14.45 e ripartenza per la città belga alle 15.30) e giovedì (arrivo a Firenze alle 17.45 e ripartenza per Anversa alle 18.40), operate con Embraer 190 da 112 posti.

TUI Fly, vettore operativo dal 2004, specializzato nei voli per le maggiori mete turistiche, fa parte del TUI Group, primo operatore turistico del mondo, presente in Toscana con il resort a cinque stelle recentemente inaugurato nell’ambito del grande investimento per il recupero della tenuta di Castelfalfi, nel comune di Montaione, tra Firenze e Volterra.

Seconda compagnia aerea belga per dimensione e importanza, Tui Fly utilizza una flotta composta da Embraer 190, Boeing 737 NG (Next Generation) serie 700 e 800 e dai più grandi Boeing 767 e 787 per le tratte a lungo raggio. Il vettore ha operato in passato sul “Vespucci” in occasione di alcuni voli charter, con Boeing 737, ed è stato finora presente su vari scali italiani con charter regolari per destinazioni turistiche.

Tagged with:  

Bombardier Q400 di Air Berlin

Con la cessazione delle attività di Air Berlin, dal prossimo 27 ottobre, sarà chiusa anche la rotta da Dusseldorf a Firenze, avviata nel maggio 2011 e potenziata nel 2016 incrementando da una a tre le frequenze giornaliere nell’ambito del progetto di sviluppo dell’hub della compagnia sullo scalo tedesco. Air Berlin aveva iniziato le operazioni su Firenze (con turboelica Bombardier Q400 da 76 posti) nel marzo 2010 aprendo la linea da Stoccarda, cancellata nel 2016, mentre la rotta da Dusseldorf, ancora attiva per due settimane, è operata da sei anni.

Il volo Firenze-Dusseldorf è stato però riprogrammato dal prossimo 15 gennaio 2018 da Eurowings, un’altro dei maggiori vettori tedeschi, parte del gruppo Lufthansa che sta acquisendo asset della compagnia in chiusura. L’operazione di salvataggio di Air Berlin da parte di Lufthansa prevede l’acquisto di una parte della flotta (Airbus A320, con la presa in carico dei relativi equipaggi per 3.000 persone), dell’austriaca Niki (parte del gruppo Air Berlin e anch’essa coinvolta nel fallimento) e della tedesca LGW (Luftfahrtgesellschaft Walter), sussidiaria regionale di Air Berlin che gestisce i Bombardier Q400 (altre componenti di Air Berlin dovrebbero essere rilevate dall’inglese EasyJet). 

Il collegamento sul “Vespucci”, che aveva raggiunto fin da subito ottimi risultati di riempimento, rientra quindi nel piano di mantenimento e rilancio dell’attività dallo scalo di Dusseldorf, che è anche la base principale di Eurowings. Il volo è riprogrammato sempre con tre frequenze giornaliere, operate con i Bombardier Q400 acquisiti da LGW (che si aggiungeranno agli Airbus A319, A320 e A330 già in flotta). Eurowings, già presente sui principali aeroporti italiani, dall’inizio del prossimo anno inizierà quindi a operare per la prima volta voli regolari anche sul “Vespucci” di Firenze, dando continuità ad un’importante direttrice di traffico per l’area fiorentina.

Tagged with:  

In attesa di passi avanti nel percorso della procedura VIA sul masterplan del “Vespucci”, riportiamo qui di seguito le tappe ufficiali svolte ad oggi dal piano dello scalo fiorentino (come agli atti del Ministero dell’Ambiente):

Ad oggi quindi la procedura VIA sul masterplan del “Vespucci” di Firenze (approvato in linea tecnica da ENAC/Ministero Infrastrutture e Trasporti il 3/11/2014) è aperta da due anni e sei mesi, ha ottenuto il parere favorevole con prescrizioni del MIBACT (Ministero Beni e Attività Culturali e del Turismo) in data 6/4/2016 e il parere positivo con prescrizioni della CTVIA (Ministero Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare) in data 2/12/2016, è arrivata alla predisposizione del provvedimento finale, è stata sospesa in attesa di reindirizzo secondo la nuova norma europea sulle VIA (2014/52/UE) adottata dal Governo italiano (D.Lgs n°104, 16/6/2017 in vigore dal 21/7/2017) ed è ora in fase di adeguamento degli atti per la prosecuzione del nuovo percorso (formalmente richiesto da ENAC in data 19/9/2017).

Tagged with: