16/4/2019 – Riportiamo di seguito i comunicati stampa di Toscana Aeroporti e Corporacion America Italia a commento dell’atto finale dell’iter autorizzativo del masterplan dell’aeroporto di Firenze emanato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

 

Firenze, 16 aprile 2019 – Toscana Aeroporti apprende con soddisfazione la notizia della firma del decreto da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che sancisce la conclusione positiva del procedimento del Masterplan 2014-2029 dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze che prevede la realizzazione di una nuova pista da 2.400 metri e di un nuovo terminal.

Con il decreto odierno si conclude l’iter autorizzativo dell’opera, avviato nel 2015, che aveva ottenuto il decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il 28 dicembre 2017 e aveva visto la conclusione dei lavori della Conferenza dei Servizi lo scorso 6 febbraio.

Il provvedimento sarà ora trasmesso dal Ministero a ENAC per i successivi adempimenti di competenza.

«Il provvedimento odierno pone un timbro indelebile su un percorso autorizzativo durato 4 anni che ha visto impegnati quotidianamente decine di dipendenti e collaboratori ai quali va il mio ringraziamento. Un progetto atteso da oltre 50 anni che oggi trova il tassello definitivo verso la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal dell’aeroporto di Firenze che consentiranno di risolvere gli attuali limiti strutturali e di dotare la città di Firenze e l’intera Toscana di un’infrastruttura strategica per rispondere alla domanda inevasa di traffico in regione», ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.

 

Firenze, 16 aprile 2019 – Corporacion America Italia, in qualità di azionista di controllo di Toscana Aeroporti, apprende con soddisfazione la notizia della firma del decreto da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che sancisce la conclusione positiva del procedimento del Masterplan 2014-2029 dell’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze che prevede la realizzazione di una nuova pista da 2.400 metri e di un nuovo terminal.

«La notizia della firma del decreto da parte del Ministero giunge proprio nei giorni in cui mi trovo a Firenze a visionare il progetto per la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal. Corporacion America gestisce 53 aeroporti in tutto il Mondo e quello di Firenze rappresenterà uno dei fiori all’occhiello del Gruppo: un’infrastruttura capace di inserirsi in maniera sostenibile nel territorio e all’altezza del prestigio universalmente riconosciuto alla città di Firenze e alla Toscana», ha dichiarato Eduardo Eurnekian.

16/4/2019 – Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, con firma del dirigente responsabile, ha emanato ieri il decreto che “accerta il perfezionamento dell’intesa Stato-Regione Toscana relativamente al progetto Master Plan Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze”, sulla base delle risultanze della Conferenza dei Servizi conclusasi positivamente lo scorso 6 febbraio 2019.

Nel decreto viene ricordato l’iter svolto dal masterplan e sono ripercorsi tutti i passaggi svolti per l’espletamento della Conferenza dei Servizi, dalla sua convocazione alle sedute svoltesi tra il 7 settembre 2018 e il 6 febbraio 2019, con l’indicazione di tutti i pareri e i contributi integrativi trasmessi, con l’acquisizione della positiva ottemperanza delle prescrizioni del Decreto VIA (previste in questa fase e come sancite dall’Osservatorio Ambientale) e con la presa d’atto della prevalenza delle posizioni favorevoli che ha portato alla conclusione positiva sancita con la determinazione della conclusione del procedimento di localizzazione dell’opera e di accertamento della conformità urbanistica (allegato al decreto c’è il lunghissimo elenco dei documenti che costituiscono parte integrante dell’intesa sottoscritta).

Con tale atto si chiude quindi definitivamente anche questo passaggio fondamentale nel percorso verso la fase realizzativa del masterplan dello scalo fiorentino con la nuova pista e tutte le opere connesse per il funzionamento dello scalo e la riqualificazione e miglioramento dell’assetto territoriale e ambientale della porzione di piana interessata. Adesso il percorso potrà procedere con l’atto approvativo finale da parte di ENAC e quindi con le altre fasi pre-cantiere.

SAS avvia il Firenze-Copenaghen

On 11 Aprile 2019, in Aeroporto Firenze, by admin

11/4/2019 – È iniziata formalmente oggi (anche se con falsa partenza) la nuova rotta da Copenaghen a Firenze operata da SAS Scandinavian Airlines, che per la prima volta scende sullo scalo fiorentino. La falsa partenza è dovuta al fatto che Firenze ha accolto il nuovo vettore con il suo più classico biglietto da visita aeronautico: condizioni meteorologiche non ottimali (nel caso odierno pioggia a tratti, con qualche nodo di vento) che abbinate alla pista troppo corta e penalizzata hanno prodotto il solito effetto, inducendo al dirottamento del volo inaugurale verso Bologna…

Soprassedendo dai soliti commenti per questa situazione ben nota (nelle cause e nella soluzione), veniamo comunque al nuovo volo che da oggi è attivo, con tre frequenze settimanali (lunedì, giovedì e domenica), effettuate con Airbus A319 da 141 posti che copre la tratta in due ore e dieci minuti (tra luglio e agosto sono previste alcune variazioni nell’operativo).

Il nuovo volo SAS su Firenze rientra in un piano di potenziamento della rete europea lanciato nel 2019 dal vettore, compagnia di riferimento per l’area scandinava con sede in Svezia e principale base operativa a Copenaghen. Per Firenze si tratta del rafforzamento dei collegamenti con la capitale danese (in aggiunta al volo operato stagionalmente da Vueling con due frequenze settimanali) e dell’arrivo di un nuovo prestigioso vettore nell’ottica dello sviluppo dei collegamenti operati dai vettori tradizionali per le capitali e le principali città europee.

Scandinavian Airlines utilizza per il corto-medio raggio una flotta composta da velivoli delle famiglie Airbus A320 (comprendenti quattro A319), Boeing 737 e Bombardier CRJ900, ma ha in atto il processo di standardizzazione sui nuovi Airbus A320neo (new engine option), in parte già entrati in servizio e che entro il 2023 raggiungeranno gli 80 esemplari. Il nuovo aereo “ecologico” potrà essere introdotto anche sulla rotta con Firenze quando sarà disponibile la nuova pista. Pista che potrà garantire a SAS, come ad ogni altro vettore, una normale operatività da aeroporto “civile”, qualunque aereo venga utilizzato, ed evitare altre figuracce internazionali a Firenze e alla Toscana.

Tagged with:  

“Vespucci”: nuovo orario 2019

On 31 Marzo 2019, in Aeroporto Firenze, by admin

31/3/2019 – Entra in vigore oggi il nuovo operativo dei voli del “Vespucci”, valido fino al prossimo 26 ottobre, con alcune novità, le variazioni annunciate negli scorsi mesi e le consuete riprese dei voli stagionali ed estivi.

Già nelle scorse settimane sono ripartiti con alcune frequenze settimanali i voli di Austrian Airlines da Vienna e di Brussels Airlines da Bruxelles, da oggi offerti con operativi completi (giornalieri), ed il volo Vueling per Copenaghen (martedì e sabato). È ripreso ieri sera il volo settimanale per Tel Aviv di Vueling, con partenza nella tarda serata del sabato e ritorno a Firenze nella prima mattina di domenica Da oggi torna ad operare sul “Vespucci” la tedesca Eurowings, con il volo da Dusseldorf effettuato con Bombardier Q400 (lunedì, mercoledì, sabato e domenica), mentre tra luglio e settembre il vettore tedesco opererà anche il volo da Stoccarda (martedì, giovedì e sabato). Sempre da oggi riprende il volo Swiss da Ginevra (giovedì e domenica).

Dal 2 aprile Vueling riprende il volo per Londra Luton (martedì e sabato); dal 7 aprile riparte il collegamento di TUIfly da Anversa (giovedì e domenica). Dall’11 aprile parte il nuovo volo SAS da Copenaghen, principale novità prevista nel 2019, con volo trisettimanale (lunedì, giovedì e domenica) operato con Airbus A319. Da maggio ripartono i voli British Airways da Londra Stansted (sabato, dal 5/5), Edimburgo (sabato e domenica, dal 18/5) e Manchester (sabato, dal 18/5).

Da giugno a settembre Vueling riprende i voli estivi per Palma di Maiorca (lunedì e giovedì, dal 6/6), Mykonos (martedì e sabato, dal 22/6) e Santorini (lunedì e giovedì, dal 24/6). Dal 24 giugno torna a operare su Firenze Ernest Airlines, con il volo da Tirana con Airbus A319 (lunedì, mercoledì, venerdì e sabato). Da settembre partono i nuovi voli di Vueling per Monaco (cinque frequenze settimanali, dal 15/9), Praga (quattro frequenze settimanali, dal 15/9), Vienna (giornaliero, dal 15/9) e Bilbao (martedì e sabato, dal 17/9).

Sono inoltre programmati vari incrementi di frequenze sulle rotte esistenti. In particolare, Iberia opera da oggi un secondo volo giornaliero da Madrid; Blue Air porta a cinque i voli settimanali da Bucarest; Vueling incrementa da settembre le frequenze sui collegamenti con Amsterdam, Barcellona e Palermo.

Nel complesso il nuovo operativo 2019 offre collegamenti per 30 destinazioni (su 34 aeroporti), gestiti da 19 vettori.

Voli nazionaliCatania (Vueling), Palermo (Vueling), Roma Fiumicino (Alitalia).

Voli internazionali: Amsterdam (KLM e Vueling), Anversa (TUIFly),  Barcellona (Vueling), Bilbao (Vueling), Bruxelles (Brussels Airlines), Bucarest (Blue Air), Chisinau (Air Moldova), Copenaghen (SAS, Vueling), Dusseldorf (Eurowings), Edimburgo (British Airways), Francoforte (Air Dolomiti/Lufthansa), Ginevra (Swiss), Lisbona (TAP Air Portugal), Londra City Airport (British Airways), Londra Gatwick (Vueling), Londra Luton (Vueling), Londra Stansted (British Airways), Madrid (Iberia e Vueling),Manchester (British Airways), Mykonos (Vueling), Monaco (Air Dolomiti, Vueling), Palma di Maiorca (Vueling), Parigi CDG (Air France), Parigi Orly (Vueling), Praga (Vueling), Santorini (Vueling), Stoccarda (Eurowings), Tel Aviv (Vueling), Tirana (Albawings, Ernest Airlines), Vienna (Austrian Airlines, Vueling), Zurigo (Swiss). 

Tagged with:  

ENAC: dati traffico 2018

On 29 Marzo 2019, in Aeroporto Firenze, by admin

29/3/2019 – È stato pubblicato l’annuale report del traffico aereo di ENAC, Ente Nazionale Aviazione Civile, che delinea l’andamento del traffico aereo sui 42 aeroporti italiani che nel 2018 hanno gestito traffico commerciale (rispetto ai 41 del 2017 è tornato operativo lo scalo di Crotone). Nel complesso il sistema italiano nel 2018 ha registrato 184.810.849 passeggeri (+5,8%) e 1.090.699 tonnellate di merce (+3,6%), con 1.413.466 movimenti (+0,0%). Come da alcuni anni, il dato complessivo delle tabelle principali non ricomprende il traffico aerotaxi (riportato parzialmente in una tabella separata assieme all’aviazione generale).

Analizzando i dati passeggeri per poli regionali (nostre elaborazioni dei dati sui singoli aeroporti), le posizioni sono in gran parte confermate. Dopo Lazio (48,7 milioni) e Lombardia (46,5 milioni), si pongono in ordine decrescente entro i primi dieci posti Veneto (17,7 milioni), Sicilia (17,7), Campania (9,9), Emilia Romagna (8,8), Sardegna (8,6), Toscana (8,1), Puglia (7,4) e Piemonte (4,1). Tra i risultati significativi si segnala anche nel 2018 la crescita della Campania (+15,8%), trainata dallo sviluppo di Napoli per l’insediamento di Ryanair, passata dal sesto al quinto posto, e della Liguria (+16,7%); importante anche la crescita della Calabria (+9,2%) e del Veneto (+8,9%) e il risultato raggiunto dalla Toscana che, pur confermandosi all’ottavo posto, per la prima volta ha superato la soglia degli otto milioni di passeggeri.

Considerando i singoli aeroporti, sono rimasti invariati gli scali entro le prime dieci posizioni per traffico passeggeri, con alcuni scambi di posizione: Roma Fiumicino (42,8 milioni), Milano Malpensa (24,5), Bergamo (12,8), Venezia (11),  Napoli (9,9), Catania (9,8), Milano Linate (9,1), Bologna (8,4), Palermo (6,6), Roma Ciampino (5,8). Nel corso del 2018 tra i maggiori scali hanno registrato crescite a due cifre Genova (+16,7%), Napoli (+15,8%), Palermo (+14,7%), Verona (+11,8%), Milano Malpensa (+11,5%). Da segnalare Treviso, il secondo scalo del sistema aeroportuale di Venezia, che ha superato la soglia dei 3 milioni di passeggeri, mentre il “Marco Polo” di Venezia ha passato la soglia degli 11 milioni. Soglie “milionarie” sono state superate anche da Fiumicino (41 e 42 milioni), Malpensa (23 e 24 milioni), Napoli (9 milioni), Palermo (6 milioni) e Bari (5 milioni).

La Toscana, come detto, ha superato gli 8 milioni di passeggeri, esattamente 8.164.391, il traffico merci è stato di 11.238 tonnellate, gestiti con 64.512 movimenti di voli di linea e charter sui quattro scali presenti nelle statistiche ENAC. Pisa si è confermato 11° aeroporto, con 5.449.334 passeggeri (+4,3%), 11.174 tonnellate di merce (+9,5%) e 38.512 movimenti (+2,6%). Firenze è sceso dal 18° al 19° posto (superato da Lamezia Terme) con 2.706.689 passeggeri (+2,3%), 64 tonnellate di merce (+2,9%) e 27.608 movimenti (-5,0%). Grosseto è passato dal 37° al 40° posto, con 7.650 passeggeri (-1,6%) e 144 movimenti (+67,4%). Marina di Campo è sceso dal 35° al 39° posto, con 718 passeggeri (-92,2%) e 71 movimenti (-97,1%).

Aggiungendo per la Toscana anche i dati dei voli aerotaxi e di aviazione generale riportati nella specifica tabella di ENAC, il traffico è stato di 5.459.083 passeggeri e 43.109 movimenti a Pisa; 2.719.007 passeggeri e 34.225 movimenti a Firenze; 10.558 passeggeri e 1.820 movimenti a Grosseto e 4.834 passeggeri e 3.454 movimenti all’Elba, per un totale per la Toscana di 8.190.622 passeggeri e 82.608 movimenti. 

Tagged with: