30/6/2020 – Riportiamo di seguito il testo dell’intervento di Toscana Aeroporti pubblicato oggi dal Corriere Fiorentino in risposta alle dichiarazioni di Susanna Ceccardi, candidata per il centro-destra alla presidenza della Regione, in merito alla questione del masterplan dell’aeroporto di Firenze espresse nell’intervista della scorsa domenica sullo stesso giornale. Una replica totalmente da sottoscrivere di fronte ad una posizione che reitera, da parte della Ceccardi, pesanti critiche senza alcun senso né fondamento verso il piano dello scalo dell’area fiorentina e il progetto della nuova pista che – come abbiamo ricordato anche noi tante volte su questo sito – nessuna sentenza ha bocciato nella validità del progetto stesso per lo scalo, il territorio e l’ambiente e che mantiene intatta tutta la sua necessità, fattibilità e sostenibilità.

 

Caro direttore, sentiamo l’obbligo di intervenire sull’intervista alla candidata del centrodestra alle Regionali, Susanna Ceccardi, europarlamentare, pubblicata domenica dal suo giornale. Prima che la campagna elettorale entri nel vivo e che la questione del sistema aeroportuale toscano diventi argomento da derby politico campanilistico, riteniamo necessario porre alcuni punti fermi.

L’affermazione dell’eurodeputata, riguardo il fatto che il master plan dello scalo fiorentino non andrebbe bene e che TAR e Consiglio di Stato avrebbero confermato questa tesi, non è corretta. Il master plan è stato valutato dal punto di vista tecnico da tutti i soggetti previsti dalle normative: Enac, ministero Ambiente, ministero Beni Culturali, Regione, Comune di Firenze, Città Metropolitana e Comuni della Piana. I tecnici della Commissione VIA hanno impiegato 3 anni per analizzare tutti gli aspetti relativi all’impatto ambientale. E hanno approvato il master plan, sancendo così la compatibilità ambientale dell’opera. Quello che hanno fatto i tribunali, in poche settimane, è stato annullare il decreto VIA per vizi procedurali, senza mai entrare nel merito del progetto.

Tornando alle affermazioni di Ceccardi, il «progetto che rispetta quelle prescrizioni» e che è stato valutato dai tecnici c’è, la volontà dei territori è stata espressa. A questo punto, come lei stessa afferma, ci aspetteremmo un sostegno esplicito del progetto pista di Firenze da parte della candidata alla presidenza della Regione del centrodestra. Per quanto riguarda il richiamo fatto ad uno sviluppo integrato dei due scali, a rischio di sembrare ripetitivi vorremmo ricordare che dal 2015 la società di gestione è unica. E i risultati hanno dimostrato con i numeri che la fusione ha funzionato: ogni anno abbiamo registrato un record storico in termini di traffico, di risultati economici e di forza lavoro impiegata.

Infine, relativamente al «dialogo» con la politica, richiesto dalla candidata, noi siamo una società quotata in Borsa che gestisce un bene pubblico. Dialoghiamo con tutte le istituzioni nei modi e nei tempi previsti dalle leggi in materia. Non avviamo «dialoghi» con la politica. Vorremmo anzi ribadire che nessun dirigente della società ha rapporti con esponenti politici, tantomeno con candidati in corsa. E non deve averli.

Toscana Aeroporti ha continui contatti con i rappresentati degli organi istituzionali per il compimento delle proprie attività, nessun dialogo con partiti o esponenti politici, così come abbiamo sancito nero su bianco nel nostro Codice Etico. La signora Ceccardi ci consenta, quindi, di suggerirle che per quanto riguarda il master plan di Firenze farebbe meglio a far riferimento alle valutazioni tecniche disponibili e pubblicate sul sito del ministero dell’Ambiente, sconsigliandole vivamente di ricorrere a sedicenti esperti o tecnici che da anni ammorbano il dibattito con affermazioni che sfondano abbondantemente i confini del ridicolo.

Roberto Naldi, Amministratore delegato Toscana Aeroporti

6 Responses to Toscana Aeroporti: replica agli errori di Susanna Ceccardi

  1. Salvatore ha detto:

    Admin, se dovesse vincere la Ceccardi sarebbe un grosso problema per il Vespucci, il PD con i sindaci della piana è un problema, tutta la sinistra con il M5S è un problema, la Ceccardi è un problema. Ma per chi dobbiamo votare a favore del Vespucci, l’unico è Marcheschi che da anni lotta a favore del Vespucci. Però tutto il centrodestra è rappresentato dalla Ceccardi. Speriamo che possa rinsavire e credere nello sviluppo dello scalo fiorentino.

    • admin ha detto:

      Purtroppo è vero: ci sono problemi nel centrosinistra per le componenti dichiaratamente anti-aeroporto e per pezzi di PD rappresentati dai sindaci della piana gravemente responsabili dei ricorsi al TAR; ci sono problemi nel centrodestra per l’atteggiamento incomprensibile e autodistruttivo della candidata e dello schieramento che l’ha scelta, praticamente giocandosi proprio sul tema aeroporto la possibilità di contendere la Regione. E la cosa più sconcertante è che non esiste alcuna posizione contro l’aeroporto dell’area fiorentina, il masterplan e la nuova pista che abbia un minimo di fondamento, sempre basata solo sulle solite argomentazioni totalmente false o sull’assoluta ignoranza della questione. Difficile quindi dare indicazioni, che peraltro qui non vogliamo neanche dare. Per ora l’unica cosa da poter consigliare, come già fatto in altri post, tolti 5 Stelle e sinistra-sinistra, persi nelle loro teorie anti aeroporto di Firenze che non hanno mai variato, è quella di scegliere solo un candidato presidente che intenda sostenere chiaramente la realizzazione del masterplan con la nuova pista (senza se, ma o “studieremo la questione”) e candidati consiglieri che si esprimano altrettanto chiaramente, in base anche alla loro posizione storica sull’argomento, senza cambi di rotta, se serve usando anche il voto disgiunto.

  2. antonio ha detto:

    Questi politici sono veramente strani, se una cosa crea migliaia di posti di lavoro, la bocciano, se non ne crea la votano. Il Vespucci con la nuova pista porterà circa 5000 nuovi posti di lavoro.

    È semplice: ogni 1.000.000 di passeggeri sono 900 posti di lavoro e credetemi con 2400 metri utili, ne arriveranno molti di più!!

    VOTIAMO BENE MI RACCOMANDO.

    • Salvatore ha detto:

      Antonio sono sincero io sono per la lega ma la Ceccardi mi.ha messo letteralmente in crisi, io tifo aeroporto di Firenze da quando, si può dire ero in fasce, ho 63 anni e ancora non siamo.a niente, neanche votando PD si risolve qualcosa anche loro sono contro lo sviluppo del Vespucci insieme all’inutile partito del non fare come i M5S e allora come votiamo per il.bene dello scalo?

      • antonio ha detto:

        Salvatore veramente anche io sono in grave difficoltà. Io per il centrodestra ma siccome è rappresentato dalla Ceccardi non lo voterò mai, lunico che fino ad oggi è per il Vespucci è Giani, ma nel suo partito è pieno di serpi che sono sempre pronte a boicottare il nostro scalo.

        8

        • Salvatore ha detto:

          Caro amico Antonio, il centrodestra ce l’ha un vero paladino in favore del Vespucci è Marcheschi di Fratelli d’Italia, da anni si batte in favore della nuova pista, non capisco perché non abbiamo messo lui come candidato a Governatore della Toscana. Votare è un vero dilemma, Giani è come Nardella, sono politicanti, si riempiono la bocca di belle parole e fasso passare il tempo senza fare niente, sono lo specchietto delle allodole del PD per accaparrarsi dei voti, ma anche loro sono allineati al non fare niente come gli altri del PD

Rispondi a antonio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *