Tutti per l’aeroporto

On 9 novembre 2017, in Aeroporto Firenze, by admin

Confindustria Firenze, in collaborazione con la Camera di Commercio e tutte le categorie economiche, ha promosso per lunedì 13 novembre una manifestazione in sostegno dell’aeroporto e dei progetti di adeguamento che lo interessano. Qui di seguito riportiamo la presentazione dell’iniziativa.

 

La pista attuale è inadeguata e presenta una serie di criticità: operative e ambientali. 

Inadeguatezze operative per l’alto numero di dirottamenti a causa del meteo: vento in coda e nebbia, solo nel 2016, hanno provocato circa 1.000 dirottamenti, per un totale di 96.000 passeggeri persi.

Inadeguatezze ambientali per la popolazione esposta oggi al rumore prodotto dagli aerei:

  • 2600 abitanti tra i 60 ed i 65 decibel;
  • 150 abitanti sopra i 65 decibel. La quasi totalità concentrati nei primi 3 km oltre la pista in direzione Arno (Brozzi, Peretola e Quaracchi).

Con la nuova parallela, gli abitanti esposti al rumore sarebbero appena 40, perché i primi 3 km oltre la pista sono pressoché disabitati.

Confindustria per queste ragioni si è mobilitata, per dare voce non solo a chi produce ricchezza ma anche a tutto il territorio, perché l’Aeroporto è la “questione di Firenze”

Abbiamo condiviso questa iniziativa con tutte le categorie economiche di Firenze e con la Camera di Commercio.

L’appuntamento è Lunedì 13 novembre alle ore 11 all’ingresso partenze dell’Aeroporto di Firenze-Peretola

Per manifestare il nostro sostengo allo sviluppo dell’Aeroporto di Firenze.

Per manifestare il nostro sostegno a Firenze.

3 Responses to Tutti per l’aeroporto

  1. Gianna ha detto:

    Sarei felice se questa volta si pensasse seriamente a noi poveri abitanti di Quaracchi che da decenni subiamo i sorvoli a bassa quota sui nostri tetti. Ben venga una pista che sorvola campi agricoli e zona industriale. La salute dei cittadini dovrebbe essere il primo pensiero dei sindaci…per ora è’ stata disattesa ogni forma di tutela.

  2. Rino ha detto:

    Mi era sembrato di leggere da qualche parte che gli abitanti sopra i 65 decibel fossero 1500, non 150. Corretto?

    • admin ha detto:

      Il dato relativo agli abitanti interessati da rumore aeroportuale sopra i 65 decibel non ha mai raggiunto le 1.500 persone (numero che non potrebbe mai essere raggiunto) ma è molto più contenuto.

      Il dato di 150 abitanti oltre i 65 decibel cui viene fatto riferimento è il numero stimato nel Rapporto Ambientale annesso ai documenti della variante al PIT della Regione (approvata nel 2014) per lo scenario di evoluzione del traffico sull’attuale pista fino a 35.000 movimenti annui, movimenti che corrispondono a quelli attuali totali del “Vespucci”.

      Al dato che supera il migliaio di abitanti interessati da rumore aeroportuale, sempre riferito all’attuale pista, si arriva considerando anche livelli acustici inferiori, entro i 60 decibel (2.600 abitanti indicati nello stesso Rapporto Ambientale citato con 35.000 movimenti, in incremento fino a 3.400 con l’ipotesi di aumento dei movimenti sempre sull’attuale pista fino a 45.000 annui).

      Con riferimento invece alla nuova pista, nello scenario di massimo sviluppo del traffico previsto al 2029, gli abitanti interessati da livelli acustici oltre i 60 decibel, soglia di riferimento per la determinazione dell’intorno aeroportuale, sono stimati entro le 90 persone (dato un po’ variabile secondo le diverse procedure di volo e modalità di decollo considerate).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *