Assaeroporti: dati di traffico 2017

On 25 gennaio 2018, in Aeroporto Firenze, by admin

Assaeroporti, associazione che riunisce i gestori dei principali scali italiani, ha pubblicato i dati di traffico 2017 comunicati dagli stessi aeroporti. L’anno passato i 38 scali compresi nelle tabelle hanno registrato un totale di 175.413.402 passeggeri (+6,4% sul 2016), 1.552.311 movimenti (+3,2%) e 1.145.219 tonnellate di merce (+9,2%).

Tra i maggiori incrementi di traffico spicca Napoli (+26,6%), che ha confermato la previsione di sviluppo in seguito all’apertura della base Ryanair (la prima della Campania) con l’attivazione di decine di nuove rotte, superando per la prima volta la soglia dei 7 milioni di passeggeri in ottobre e quella degli 8 milioni in dicembre; anche Catania (+15,5%) e Milano Malpensa (+14,2%) hanno fatto un doppio balzo in avanti: il primo scalo siciliano ha passato gli 8 e i 9 milioni di passeggeri; il secondo hub italiano ha superato le quote 21 e 22 milioni. Soglie “milionarie” sono state superate nel corso del 2017 anche da Bergamo (oltre 12 milioni), Venezia (10 milioni), Pisa (5 milioni), Cagliari e Torino (4 milioni), Treviso e Verona (3 milioni). In percentuale, incrementi a due cifre (tra gli scali principali), oltre a Napoli, Catania e Milano Malpensa, hanno riguardato anche Treviso (+14,4%), Cagliari (+12,5%), Bergamo (+10,5%) e Olbia (+10,4%).

I primi dieci aeroporti del 2017 si sono confermati gli stessi del 2016, con alcuni scambi nelle posizioni: Roma Fiumicino (40,9 milioni), Milano Malpensa (22,1 milioni), Bergamo (12,3 milioni), Venezia (10,3 milioni), Milano Linate (9,5 milioni), Catania (9,1 milioni), Napoli (8,5 milioni), Bologna (8,1 milioni), Roma Ciampino (5,8 milioni), Palermo (5,7 milioni).

Per la Toscana spicca il dato di Pisa (citato sopra) che ha superato per la prima volta la soglia dei 5 milioni di passeggeri annui (festeggiata il 7 dicembre dai vertici di Toscana Aeroporti con la cinquemilionesima passeggera), raggiungendo a fine anno 5.233.118 (+4,9%), con 41.860 movimenti (+3,1%) e 10.594,6 tonnellate di merce (+2,9%). Con questi dati il “Galilei” si è confermato 11° scalo nazionale per passeggeri, avanti a Bari (4,6 milioni) e dietro a Palermo (5,7 milioni). Firenze ha proseguito nella crescita del traffico passeggeri raggiungendo nel 2017 i 2.658.049 (+5,7%), con 35.490 movimenti (-0,4%) e 213,9 tonnellate di merci (-19,5%). Con questi numeri il “Vespucci” si è posto al 18° posto tra gli aeroporti nazionali, avanti a Lamezia Terme (2,5 milioni) e dietro ad Olbia (2,8 milioni), risalendo di una posizione rispetto al 2016. Il quadro toscano rappresentato nelle statistiche di Assaeroporti è completato dall’aeroporto di Grosseto, con i 10.762 passeggeri (+242,3%) e 1.873 movimenti (+13,3%), sceso dal 35° al 36° posto.

Assaeroporti: dati traffico 2016

On 19 gennaio 2017, in Aeroporto Firenze, by admin

Microsoft Word - CS_Assaeroporti_Consuntivo Traffico_2012_7Assaeroporti, associazione che riunisce i gestori di 36 scali italiani, ha pubblicato i numeri del traffico aereo registrato nel 2016 in base ai dati forniti dalle società aeroportuali (quadro che anticipa i dati completi del sistema aeroportuale nazionale che saranno resi noti nei prossimi mesi da ENAC). I 36 scali rappresentati in Assaeroporti hanno chiuso l’anno passato con un totale di 164.691.059 passeggeri (+4,6% sul 2015), 1.499.350 movimenti aerei (+2,6%) e 1.043.421,7 tonnellate nel traffico cargo (+5,9%).

Tra i principali scali (quelli con traffico consolidato) hanno registrato importanti crescite, con percentuali d’incremento passeggeri a due cifre, Olbia (+13,7%), Bologna (+11,5%), Catania (+11,4%) e Treviso (+10,5%). Sei aeroporti hanno superato soglie di traffico significative: 41 milioni di passeggeri per Roma Fiumicino, 11 milioni per Bergamo, 9 milioni per Venezia, 7 milioni per Bologna, 5 milioni per Palermo e 4 milioni per Bari. Confermati per il 2016 i primi dieci scali per numero di passeggeri: Roma Fiumicino (41,7 milioni), Milano Malpensa (19,4), Bergamo (11,2), Milano Linate (9,7), Venezia (9,6), Catania (7,9), Bologna (7,7), Napoli (6,8), Roma Ciampino (5,4) e Palermo (5,3).

Per la Toscana i dati sono quelli già anticipati da Toscana Aeroporti nel comunicato stampa diffuso la scorsa settimana: per il “Galilei” di Pisa 4.989.496 passeggeri (+3,8%), 40.601 movimenti aerei (+2,7%), 10.282,6 tonnellate il traffico cargo (+18,2%); per il “Vespucci” di Firenze 2.515.138 passeggeri (+3,9%), 35.645 movimenti aerei (+4%), 265,6 tonnellate il traffico cargo (+12,2%). Per entrambi gli aeroporti l’andamento passeggeri del 2016 (+3,8% per Pisa, +3,9% per Firenze) si è posto un po’ sotto la crescita media nazionale (+4,6%). Con questi numeri lo scalo pisano si è confermato all’11° posto, mantenendosi tra Palermo e Bari; quello di Firenze è passato dal 16° al 19° posto, superato da Treviso, Olbia e Lamezia Terme (l’inquadramento di Firenze nel sistema nazionale deve naturalmente sempre tener conto dei dati falsati dallo stato attuale dello scalo che non consente una normale evoluzione di voli e passeggeri in base alla reale potenzialità di traffico). Il quadro toscano ricompreso nei numeri di Assaeroporti è completato dall’aeroporto di Grosseto, che si è posto al 35° posto con 1.653 movimenti (-0,5%) e 3.144 passeggeri (-1,2%).

grafici-pax-2012-2016

Tagged with:  

Assaeroporti: dati traffico 2015

On 21 gennaio 2016, in Aeroporto Firenze, by admin

Microsoft Word - CS_Assaeroporti_Consuntivo Traffico_2012_7Assaeroporti, l’associazione che raggruppa i gestori di 35 dei 45 scali commerciali italiani, ha diffuso i dati di traffico relativi al 2015 comunicati dalle rispettive società aeroportuali. In totale i 35 aeroporti rappresentati hanno gestito 157.200.746 passeggeri (+4,5% rispetto al 2014), 1.458.385 movimenti aerei (+1%) e 985.532 tonnellate di merce e posta (+3,6%). Tra i 35 aeroporti, dopo gli hub di Roma Fiumicino (primo scalo per traffico passeggeri, cresciuto del 4,5%) e Milano Malpensa (secondo scalo, con una leggera flessione dell’1,4%), si pongono nelle prime dieci posizioni, nell’ordine, Bergamo, Milano Linate, Venezia, Catania, Bologna, Napoli, Roma Ciampino e Palermo. Da segnalare, nel corso del 2015, il superamento della soglia dei 40 milioni di passeggeri a Fiumicino, dei 10 milioni a Bergamo e dei 6 milioni a Napoli. Tolte le situazioni poco significative relative a scali minori (dove un volo in più o in meno determina variazioni a due o tre cifre), l’aeroporto che ha registrato il maggior incremento di passeggeri è Bergamo (+18,6%), che ha superato Linate come terzo scalo italiano; quello con l’andamento peggiore è risultato Verona (–6,6%).

Nel 2015 i due maggiori scali toscani, in base ai dati di Assaeroporti, hanno leggermente mosso le proprie posizioni: il “Vespucci” di Firenze, con 2.419.818 nel traffico passeggeri (+7,5%), ha registrato un incremento superiore alla media nazionale e, pur frenando rispetto alla crescita a due cifre che aveva caratterizzato il 2014, è passato dal 17° al 16° posto (superando Lamezia Terme). I movimenti aerei sono stati 34.269 (+0,3%) e 236,8 le tonnellate di merce (-11,9%). Nel valutare i numeri di Firenze, come ogni anno, va tenuto conto della situazione strutturale dello scalo che impedisce una normale dinamica nello sviluppo dei voli (destinazioni e vettori) e l’incidenza dei dirottamenti per i problemi dell’attuale pista. Un effetto che è stato particolarmente pesante lo scorso dicembre, determinando dati mensili molto falsati (-12% nei passeggeri, -10,2% nei movimenti). Il “Galilei” di Pisa nel 2015 ha registrato invece 4.804.774 passeggeri (+2,6%), passando dal 10° all’11° posto tra gli scali nazionali (superato da Palermo); 39.515 sono stati i movimenti aerei (+1,7%) e 8.695,2 le tonnellate di merce e posta (+5,9%). Il terzo scalo toscano ricompreso nelle statistiche di Assaeroporti, quello di Grosseto, con 3.183 passeggeri e 1.661 movimenti aerei, pur registrando un traffico minore rispetto al 2014, è passato dal 35° e ultimo posto al 34°, superando per il 2015 lo scalo di Foggia.

Di seguito la tabella completa con i dati dei 35 aeroporti:

tabellaapt2015

 

Assaeroporti: traffico 2013

On 6 febbraio 2014, in Aeroporto Firenze, by admin

Microsoft Word - CS_Assaeroporti_Consuntivo Traffico_2012_7Assaeroporti, l’associazione che riunisce i gestori di 38 scali italiani, ha reso noto il quadro generale del traffico aereo comunicato dalle società aeroportuali relative al 2013. Gli aeroporti aderenti all’associazione hanno registrato nel complesso 144.144.189 passeggeri (-1,9% rispetto al 2012), 1.424.729 movimenti (-6,0%) e 907.484,8 tonnellate di merce (+1,5%).

L’aeroporto di Firenze, con un +7,1%, si è posto tra i primi in Italia per incremento passeggeri (5° in assoluto, 2° escludendo gli scali minori dove un volo in più o in meno determina variazioni percentuali alte ma poco significative), dato in netta controtendenza con quello nazionale (-1,9%). Per consistenza del traffico passeggeri totale (1.983.268) il “Vespucci” è risultato 20° (confermando la posizione del 2012), mentre scomponendo il dato generale si è posto al 12° posto per passeggeri internazionali (1.620.028), 25° per passeggeri nazionali (351.754). Per movimenti aeromobili totali è stato il 14° scalo (31.459), il 16° per movimenti commerciali (25.053) e 7° per movimenti di aviazione generale (6.404).

Il dato passeggeri 2013 del “Vespucci” rappresenta, come già noto, il massimo di traffico mai raggiunto dallo scalo fiorentino (superando il precedente picco del 2008). Si tratta di un dato importante perché segna una ripresa netta della crescita, grazie all’evoluzione positiva dei voli registrata nel 2013, e prelude al superamento della soglia dei due milioni di passeggeri che avverà nel 2014 sulla spinta delle tante novità già annunciate per i prossimi mesi (riportate anche nel presente blog). Un dato però che resta sempre totalmente falsato al ribasso rispetto a quello che sarebbe il reale potenziale di traffico dell’aeroporto dell’area fiorentina e del suo bacino d’utenza, frenato e ostacolato dal permanere delle note condizioni strutturali (pista) e dei conseguenti limiti operativi.

Tagged with:  

Microsoft Word - CS_Assaeroporti_Consuntivo Traffico_2012_7I dati di traffico degli aeroporti italiani resi noti da Assaeroporti (associazione dei gestori degli scali italiani) confermano la forte crescita di passeggeri registrata dal “Vespucci” di Firenze in giugno (+10,4% rispetto al giugno 2012), dato già evidenziato a inizio luglio da ADF come il migliore di sempre per lo scalo fiorentino (in totale i passeggeri sono stati 202.463).

Nello stesso mese sono cresciuti anche i movimenti aerei totali (+4,3%), sospinti dalla forte ripresa del voli di aviazione generale che in maggio avevano registrato invece una notevole flessione.  In calo, ma poco significativo per il “Vespucci”, il dato del traffico cargo (-62,7%). I dati da inizio anno (gennaio-giugno) vedono un +3,5% nei passeggeri, -2,3% nei movimenti e -28,8% nel cargo.

Il dato passeggeri fiorentino di giugno (+10,4%), al di là del record locale, spicca sulla media degli scali italiani che si è fermata su un +0,6%, mentre il dato gennaio-giugno, positivo per Firenze (+3,5%), registra ancora numeri negativi (-3,4%) a livelo nazionale.

Tagged with: