19/6/2020 – Partono oggi i due nuovi voli nazionali da Firenze per Bari e Cagliari, annunciati nelle scorse settimane dal vettore veronese, parte del Gruppo Lufthansa, insediatosi sullo scalo fiorentino con una propria base tecnica. Confermati gli operativi che erano stati delineati: i voli sono effettuati con quattro frequenze settimanali (lunedì, giovedì, venerdì e domenica), con partenza da Firenze alle ore 11:55 ed arrivo a Bari alle 13:10, ripartenza dall’aeroporto pugliese alle 13:50 ed arrivo al “Vespucci” alle 15:05; partenza da Firenze alle 12:05 ed arrivo a Cagliari alle 13:20, ripartenza dall’aeroporto sardo alle 14:10 ed arrivo al “Vespucci” alle 15:30. Con i voli odierni si colmano le carenze di collegamenti tra l’area fiorentina e due direttrici nazionali importanti, Puglia e Sardegna, che duravano da diversi anni dopo la cessazione dei servizi offerti da altri vettori.

L’operativo attualmente programmato da Air Dolomiti sul “Vespucci” vede quindi attivati i quattro voli nazionali per Bari, Cagliari, Catania e Palermo e il collegamento con Monaco, ripreso lo scorso 15 giugno, e si completerà a inizio luglio con il ritorno della rotta da Francoforte, con frequenze sulle due rotte internazionali via via incrementate per ripristinare l’offerta esistente prima dello stop di metà marzo.

Tagged with:  

5/6/2020 – Come preannunciato nelle scorse settimane, Air Dolomiti è tornata oggi ad operare sullo scalo fiorentino inaugurando i nuovi voli verso Catania e Palermo, primo atto del rafforzamento del legame con Firenze, scelta per l’investimento in una propria base tecnica e da dove partiranno nelle prossime settimane anche i nuovi voli per Bari e Cagliari e riprenderanno i collegamenti con gli hub di Monaco e Francoforte.

Lo scorso martedì Air Dolomiti aveva riposizionato sul “Vespucci” due dei suoi Embraer 195 provenienti dalla base di Verona e questa mattina, alle 11:55, è partito il primo volo per Palermo, con ritorno al “Vespucci” alle 15:25. Il volo per Catania è partito nel pomeriggio, con decollo alle 16:10 e rientro previsto a Firenze alle 20:10. Entrambi i collegamenti (come quelli per Bari e Cagliari operativi dal 19 giugno) sono effettuati con quattro frequenze settimanali, nei giorni di lunedì, giovedì, venerdì e domenica.

L’avvio del collegamento è stato celebrato in aeroporto dal presidente e dall’amministratore delegato di Toscana Aeroporti, Marco Carrai e Roberto Naldi, e dal vice presidente commerciale di Air Dolomiti Paolo Sgaramella, che è tornato a evidenziare l’importanza del capoluogo toscano, scelto per i nuovi investimenti del vettore, parte del Gruppo Lufthansa. Presenti all’inaugurazione del volo  anche l’assessore all’Urbanistica e Turismo del Comune di Firenze Cecilia del Re e l’assessore allo Sviluppo Economico e al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo.

Nell’occasione è stato presentato lo specifico protocollo di sicurezza sanitaria messo in atto da Toscana Aeroporti per gli scali di Firenze e Pisa per la ripartenza dei collegamenti, in accordo con gli enti aeronautici e sanitari, per assicurare la migliore protezione per passeggeri e operatori nelle attività aeroportuali e per l’accesso ai voli. La procedura prevede, su base volontaria, la possibilità per i passeggeri in partenza di sottoporsi – prima dell’ingresso in aeroporto – a un test sierologico veloce, mentre i passeggeri che non intendono sottoporsi al test dovranno rispondere a un questionario sui propri contatti. Prima dell’ingresso nell’aerostazione, i passeggeri in partenza accederanno a un portale per la sanificazione personale, irrorato da una nebbiolina di perossido di idrogeno. A ogni passeggero saranno inoltre offerti guanti, mascherine e gel sanificante.

Questa mattina è stato anche inaugurato il nuovo Gate 1-A, realizzato in tempi record quale ulteriore contributo alla gestione in sicurezza del movimento passeggeri nel terminal facilitando l’attuazione delle misure di distanziamento sociale in fase di imbarco. Il nuovo gate consentirà l’imbarco a piedi, evitando quindi l’utilizzo del Cobus con conseguenti evidenti benefici nel favorire la gestione del distanziamento interpersonale e costituirà quindi l’area di accesso prioritaria per le operazioni di imbarco dall’aeroporto di Firenze.

27/5/2020 – Air Dolomiti e Toscana Aeroporti hanno ufficializzato oggi l’avvio del nuovo volo tra Firenze e Bari, dal prossimo 19 giugno, che va ad aggiungersi alla nuova offerta di rotte nazionali (Cagliari, Catania, Palermo) già annunciate nelle settimane scorse dal vettore veronese, appartenente al Gruppo Lufthansa.

Anche il collegamento con il capoluogo pugliese avrà quattro frequenze settimanali, nei giorni di lunedì, giovedì, venerdì e domenica, con partenza da Firenze alle ore 11:55 ed arrivo a Bari alle 13:10, ripartenza dall’aeroporto pugliese alle 13:50 ed arrivo al “Vespucci” alle 15:05. Come per le altre rotte, ai passeggeri sarà garantita una particolare flessibilità nella gestione della prenotazione e del pagamento, in considerazione della situazione particolare come l’attuale per gli spostamenti.

Per Firenze anche la rotta per Bari va a colmare un vuoto su una direttrice come la Puglia che durava da molto tempo, con un volo che negli anni era stato operato più volte periodicamente da vari vettori. Tra questi proprio Air Dolomiti aveva operato tra Firenze e Bari nei primi anni ’90, all’inizio della propria attività, con i turboelica De Havilland Dash 8.

L’offerta di Air Dolomiti su Firenze dal prossimo giugno vedrà quindi servite quattro destinazioni nazionali (Bari, Cagliari, Catania, Palermo) e due internazionali (Francoforte e Monaco), tutte operate con Embraer 195 da 120 posti.

Tagged with:  

20/5/2020 – Toscana Aeroporti ed Air Dolomiti hanno ufficializzato oggi l’avvio dall’inizio di giugno dei nuovi voli da Firenze per Cagliari, Catania e Palermo, segnando la ripresa vera e propria dell’attività di linea del “Vespucci” e dello stesso vettore, che introdurrà per i passeggeri una più ampia flessibilità nella gestione del biglietto. Tutti i collegamenti, operati con Embraer 195, saranno offerti con quattro frequenze settimanali (lunedì, giovedì, venerdì e domenica): Palermo e Catania dal 5 giugno, con partenza rispettivamente alle 11:55 e alle 16:10; Cagliari dal 19 giugno con partenza alle 12:05.

Per Air Dolomiti, vettore italiano parte del Gruppo Lufthansa, l’avvio di questi nuovi collegamenti rappresenta un ritorno sulle rotte di linea nazionali, con le quali aveva iniziato l’attività quasi trent’anni fa per poi specializzarsi nei voli internazionali soprattutto con gli hub di Monaco e Francoforte. Per lo scalo fiorentino le rotte con Catania e Palermo vanno a rafforzare la direttrice con la Sicilia, mentre quella con Cagliari va a colmare un vuoto su una rotta come quella per la Sardegna che mancava ormai da molti anni.

Joerg Eberhart, presidente & CEO di Air Dolomiti, presentando i nuovi voli ha sottolineato come Firenze rappresenti per il vettore uno degli scali strategici da dove sono già serviti gli hub di Monaco e Francoforte e dove hanno deciso di investire con il nuovo centro di manutenzione. «La possibilità di poter operare con gli Embraer 195 e la capacità dell’aeroporto di adeguarsi in tempi rapidi alle nuove disposizioni – evidenzia Eberhart – ha accelerato le operazioni di ripartenza».

Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, esprimendo soddisfazione per la ripresa dell’attività, per il lancio delle nuove rotte e per il rafforzamento del legame ormai storico con un partner come Air Dolomiti, ha ricordato come l’obiettivo raggiunto rappresenti il risultato del lavoro che la società ha avviato con alcuni aeroporti «per sviluppare un protocollo specifico che, insieme alle misure di contenimento previste dal governo italiano e dalle istituzioni internazionali, consenta uno screening dei passeggeri affinché gli aeroporti siano luoghi “covid safe” dove i passeggeri possano viaggiare nella più assoluta sicurezza e serenità».

Tagged with:  

22/1/2020 – È stata annunciata ufficialmente oggi da Toscana Aeroporti e Air Dolomiti l’apertura della nuova base tecnica del vettore veronese, parte del Gruppo Lufthansa, prevista sull’aeroporto di Firenze per la prossima primavera. L’interesse di Air Dolomiti per un radicamento in Toscana con l’apertura della base sul “Vespucci” era emerso tempo fa (lo avevamo anticipato su questo blog nel dicembre 2018) e la conferma di oggi fa seguito all’aggiudicazione al vettore del bando per l’affidamento in subconcessione di aree e strutture presenti sullo scalo fiorentino (ex-hangar Meridiana e spazi antistanti) varato da Toscana Aeroporti nel 2019 e assegnato lo scorso dicembre.

L’iniziativa rappresenta un forte rafforzamento del legame di Air Dolomiti con la Toscana (opera sia a Firenze, sia a Pisa) dove a livello operativo già effettua gran parte delle numerose frequenze giornaliere offerte dal Gruppo Lufthansa (di cui è parte) per Monaco e Francoforte, ed adesso investirà in strutture e nuovo personale qualificato.

Il progetto toscano rientra in un piano di potenziamento del vettore con investimenti per 100 milioni di euro sia nella flotta, che è in fase di rafforzamento con nuovi Embraer 195 (fino a 26 entro il 2023), sia in personale e strutture che prevedono il decentramento sul territorio nazionale al di fuori della “casa madre” dell’aeroporto di Verona, e quindi Firenze, grazie all’opportunità che si è presentata, è diventata la prima scelta.

Joerg Eberhart, Presidente e CEO di Air Dolomiti ha espresso particolare soddisfazione per l’operazione avviata, che dà continuità al piano di crescita avviato nello scorso autunno ed ha ricordato l’opportunità che si presenta per il territorio e la regione: «Il personale tecnico è la figura che stiamo maggiormente cercando dopo quello di volo. La nostra intenzione è di proporre una preparazione ad hoc a giovani diplomati di istituti tecnici superiori e offrire formazione in un settore così specifico. Si procederà poi con l’assunzione di personale da impiegare nell’hangar a Firenze. La professionalità e la competenza sono fondamentali nel nostro settore e mi auguro di avere una risposta positiva dal territorio».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai: «L’apertura della base di manutenzione rappresenta un grande risultato della collaborazione instaurata da anni tra la nostra azienda e Air Dolomiti. Siamo felici che un vettore così prestigioso decida di investire su Firenze e sulla Toscana, a dimostrazione che il nostro è un territorio fortemente attrattivo sia per i passeggeri che per le compagnie aeree. Con grande piacere facciamo ad Air Dolomiti i migliori auguri per il prosieguo del piano di crescita”.

Air Dolomiti, nata nel 1991, ha iniziato a volare sullo scalo fiorentino dal 1992, quando operava voli nazionali con turboelica Dash 8. Negli anni successivi l’operativo si è più volte modificato nelle rotte, nelle tipologie di velivoli impiegati (ATR 42 e 72, BAe.146, quindi Embraer E-Jet) e nelle attività (di linea e charter, compresi per lungo tempo voli operati per conto della Fiorentina), per poi concentrarsi sui voli con Monaco e Francoforte, effettuati attualmente con gli Embraer 195 da 120 posti.

L’hangar ex Meridiana che sarà adesso utilizzato da Air Dolomiti.

Tagged with: